V Chakra: Mercurio


Il V Chakra si chiama Vishudda che in sanscrito significa puro, è localizzato nella regione del collo e delle spalle.


Il suo elemento è l’Etere, attraverso cui scorrono i pensieri e quindi la comunicazione. Siamo saliti ad un livello più sottile, meno denso della terra del I Chakra ma non per questo meno “tangibile”. Vishudda è infatti connesso all’ascolto, alla parola, alla scrittura, al canto, alla telepatia.


Esiste una scienza affascinante, la Cimatica, in grado di dimostrare la trasformazione della materia a seconda della vibrazione che riceve. Il primo ad eseguire esperimenti in merito fu Ernest Chladni (1756-1827) che mise della sabbia su un piano d’acciaio e poi strofinò un archetto di violino lungo il bordo del piano. Scoprì così che la vibrazione “suonata” sul disco danzava nella sabbia, disegnando figure simili a mandala. Variando la frequenza della vibrazione, variava anche il disegno. Trovate dei bellissimi video di Cimatica nella sezione Scienze del nostro sito.


Alla luce di queste considerazioni non è difficile capire come anche il nostro corpo fisico sia fortemente condizionato dalle vibrazioni in cui è immerso: i nostri pensieri e le nostre emozioni. Ecco perché è così importante sintonizzarsi su vibrazioni positive. Se passiamo la giornata sotto stress facendo un lavoro che non ci piace e frequentando persone con cui non siamo a nostro agio, porteremo quelle stesse vibrazioni anche nella nostra vita privata. Ciascuno di noi ha il compito di prendere in mano la responsabilità della propria vita anche attraverso scelte consapevoli circa le vibrazioni a cui sottoporsi, con la consapevolezza che saranno quelle stesse vibrazioni a ripercuotersi intorno a noi.


Il pianeta associato a Vishuddha è Mercurio, che rappresenta la parola, la comunicazione e il commercio a tutti i livelli. Governa scrittura, istruzione, calcolo e pensiero. Indica la condizione dell’infanzia in generale.

Nella sua forma più elevata Mercurio è chiarezza mentale, la discriminazione che distingue il Vero dal Falso e ci porta ad essere saggi, non solo intelligenti.


Vishudda ha il compito di sollevarci al di sopra del nostro piccolo ego per permetterci di vedere il quadro più ampio della vita, grazie a lui possiamo sviluppare il distacco necessario per andare oltre la nostra piccola situazione personale con tutte le preoccupazioni che comporta. Grazie a lui possiamo percepire la nostra voce interiore ed entrare in contatto con il nostri spirito, ricevendone ed accogliendone i suggerimenti.

Quando è armonioso, siamo in grado di esprimerci liberamente; la voce è piena e melodiosa ed è in grado di dire di no; le opinioni altrui non hanno alcuna influenza e ci si sente liberi, indipendenti ed autodeterminati. Siamo in grado di ascoltare la nostra guida interiore.


In caso di squilibrio mente e corpo faticheranno a comunicare, con difficoltà nella gestione delle emozioni; ci si sente insicuri e si teme il giudizio degli altri. Non si ha fiducia nel proprio intuito.


Il V Chakra viene positivamente stimolato dalla contemplazione di un cielo azzurro, il suo colore. Pietre indicate sono l’acquamarina e il calcedonio, che con il suo bianco-azzurrino ha un effetto positivo sulla tiroide e stabilizza la mente. I profumi di cui circondarsi sono la salvia e l’eucalipto.