Il Tema Natale di Donald Trump


Si parla di Trump come possibile figura chiave per contrastare il Nuovo Ordine Mondiale e così ho deciso di studiare il suo Tema Natale per capire se ci possano effettivamente essere delle probabilità che questo accada. Nei prossimi giorni studierò anche il suo Tema Annuale in corso, il 2019 – 2020 e quello per l’anno successivo, che includerà il periodo delle prossime elezioni presidenziali americane. Al di là di tutti i pregiudizi che io stessa ho sempre nutrito nei confronti di questo pittoresco individuo col parrucchino e il broncio alla Zoolander, il risultato è stato a dir poco sorprendente. Vi accompagno in questa lettura “spregiudicata”.


Prevale l’elemento acqua in questo tema: il che lo rende estremamente sensibile, intuitivo e anche molto emotivo, come si può vedere dalla Luna debilitata in Scorpione congiunta al Nodo Sud e da Saturno – Venere – Plutone in Cancro. La qualità prevalente è quella fissa, c’è in lui un forte attaccamento alla famiglia di origine e al contempo la capacità e la perseveranza di portare a termine ciò che intraprende. E’ soprattutto la spinta alla “liberazione” spirituale a dominare questo tema, come dimostra la XII casa piena e il desiderio come vedremo, di “vuotare il sacco karmico” e purificarsi.


Molti Pianeti sono alla cuspide, segno di un momento di transizione, di grande cambiamento. Anche il Sole in Gemelli avvalora questa situazione di incertezza di identità che accompagna il bisogno di darsi una nuova forma.


I primi Chakra sono vuoti, manca radicamento, concretezza e infatti il nodo nord è in Toro, sta cercando in questa vita di lasciare l’atteggiamento distruttivo del Nodo Sud in Scorpione e di dirigersi verso la Terra Fissa del Toro.


Alla nascita c’è anche una nota di “immaturità”: tanto Cancro e IV casa, segni legati alla madre, all’infanzia e alla famiglia di origine; il nodo nord è in X casa che indica la propria realizzazione come obiettivo primario, l’esigenza di maturazione (X casa = Capricorno) e Marte sull’Ascendente che dà una sfumatura caratteriale arietina, segno legato all’egocentrismo infantile. Per contro ripeto, si vedono grande intuizione e intelligenza, Mercurio è domiciliato in Gemelli insieme al Sole.


Partiamo dall’Ascendente Leone, segno governato dal Sole che ha esigenza di brillare ed essere riconosciuto. Il discorso del potere personale è cruciale per Trump come si vede dal Nodo Sud posizionato all’altezza del III Chakra in Scorpione. La Nakshatra in cui cade l’Ascendente è Magha (nientemeno che la stessa di Yogananda) che significa “la grande” e ha come simbolo proprio il palanchino di un Re. Dà la potenzialità di leadership spirituale e il potere di lasciare il corpo coscientemente, cioè di sperimentare quello che viene chiamato viaggio astrale. Qui è possibile la liberazione spirituale che abbiamo già visto essere uno dei temi centrali di questa lettura, confermata dalla prevalenza di case Moksha che indicano appunto la liberazione dal karma. La divinità associata a Magha sono i Pitris, i padri dell’umanità che proteggono l’uomo durante i periodi di maggior calamità sulla Terra. C’è un forte ego, Marte è in I casa, necessario per compiere la sua importante missione. Tendenza al potere e alla vittoria ma anche arroganza ed insicurezza.


Sull’Ascendente abbiamo Marte, miglior amico che governa la IV e la IX casa, le case della madre e del padre. E’ quindi ulteriormente confermato l’attaccamento alla famiglia di origine. In quanto governatore di IX casa della spiritualità e della saggezza, Marte in questo Tema è il Guru ed è qualcosa di potenzialmente molto benefico avere il pianeta Guru sull’ascendente. Ha davvero la possibilità, se gioca bene le sue carte, di diventare un leader spirituale e non solo temporale. Come? Non lo so ma sto cercando di analizzare il tema oggettivamente e quindi descrivo tutto ciò che vedo come possibilità. Fra l’altro anche Marte stesso occupa la stessa nakshatra Magha e acquisisce così tutte le caratteristiche spirituali precedentemente citate.


Marte sta facendo aspetto sulla Luna debilitata congiunta al Nodo Sud in Scorpione IV casa. Questa combinazione si ripete anche nelle sotto-carte che riassumono il passato karmico di Trump ed il suo probabile futuro. Il significato è un passato molto protetto con grandi esigenze sul piano affettivo ed emotivo. Con la madre può esserci o un attaccamento esagerato o un inspiegabile ostilità. Questa combinazione parla inoltre di una sensibilità esasperata che va controllata. E’ evidente come una Luna debilitata in IV casa, la casa della madre, porti a pensare ad un rapporto instabile con questa figura genitoriale. La nakshatra che occupa è Jyestha, collocata accanto ad Anteres, la stella rossa rivale di Marte. Abbiamo anche in questo caso una combinazione di potere, indipendenza e anche senso del pericolo. Jyestha significa “la stella Capo”, è la seconda volta che incontriamo un simile significato, è addirittura la più potente. La divinità associata è Indra, il guerriero divino uccisore del Drago. C’è in Trump una lotta in corso fra la sua parte oscura e quella di Luce. Dona audacia, coraggio, potenza e addirittura il possibile raggiungimento della gloria, è in grado di dimostrare il potere della Verità. Indra sconfigge il drago con coraggio ed astuzia (Mercurio è domiciliato in Gemelli, il che lo rende estremamente intelligente) non con la forza delle armi! Possibilità di realizzare una posizione elevata in vita, confermata dalle case kendra che danno buone fondamenta al tema. Questa nakshatra parla addirittura della possibilità di sviluppare un genio creativo ed è la stessa in cui si trovavano anche la Luna natale di Einstein, Mozart e Beethoven.


Essendo la Luna congiunta a Ketu, il nodo sud, passiamo all’analisi dell’asse nodale. Il nodo nord è in Toro e quello sud in Scorpione. Si tratta di un destino difficile, in cui si è scelto di vuotare il vaso dell’anima, pieno zeppo di tutte le brutte esperienze passate. Nelle vite precedenti è infatti entrato in contatto con le bassezze umane: traffici illeciti di denaro (Giove retrogrado e Nettuno retrogrado indicano come vedremo, karma in II casa, settore di risorse materiali e dunque denaro), perversioni sessuali e pratiche di magia distruttiva. Ora ci tengo a precisare che nel percorso evolutivo siamo tutti chiamati prima o poi a “sporcarci le mani” con questo tipo di esperienze, proprio perché è la vita ad insegnarci le conseguenze delle nostre azioni. L’importante è non rimanere impantanati in quella situazione. Abbiamo dunque una forte spinta al miglioramento, un anelito a costruire e non più a distruggere.


Nodo nord in X e nodo sud in IV indica invece un karma familiare. Aveva maltrattato i suoi cari nella vita precedente e la sua piena realizzazione avverrà quando si renderà indipendente dai genitori. Lo scopo è la propria realizzazione che avverrà improvvisamente, dato che insieme a Rahu, il nodo nord, abbiamo Urano che porta cambiamenti improvvisi e la capacità di risolvere con originalità situazioni complesse anche a livello planetario!


Ketu a sua volta sta facendo aspetto al gruppo di Pianeti in Cancro XII casa. Abbiamo Saturno peggior nemico, la disciplina non è mai stata il suo forte come confermano le descrizioni biografiche di quando era bambino sui banchi di scuola. Saturno governa la VI e la VII casa, lavoro e relazioni, due settori che vanno purificati e lasciati andare nella casa della “perdita” che la XII rappresenta. Implica dunque sia cambiamento di lavoro che di relazioni. Saturno indica inoltre il problema karmico principale che diventa ancora una volta quello della liberazione finale dal gioco dell’ego.


Anche Venere è peggior nemica in questo Tema e infatti il Chakra del Cuore risulta qualcosa da conquistare, con il Nodo Nord posizionato in Toro. Lei governa la III casa e la X. Infondo quindi, l’energia base di Trump è venusiana e anche la sua vera missione in questa incarnazione ha questo connotato. Essendola governatrice della casa della carriera, la X, in XII c’è davvero la possibilità che lui possa in qualche modo avere un ruolo di “liberatore”. Plutone accresce questo potenziale di cambiamento.


Saturno sta facendo aspetto su Giove e Nettuno entrambi retrogradi e quindi carichi di karma da smaltire, in II casa: denaro. La lezione da imparare da un canto è l’accettazione dell’imperfezione umana e dall’altro una conversione nell’uso del denaro, che in passato è stato tutt’altro che trasparente. La disonestà va compensata aiutando il prossimo anche dal punto di vista economico. Vediamo ancora come un passato di disonestà lo potrebbe spingere oggi a farsi paladino della Giustizia e della Verità. Ma come sempre sono possibilità che solo l’individuo può far sì che diventino realtà o rimangano latenti in lui.


Il Sole è nemico ed essendo il governatore dell’Ascendente conferma come in realtà Trump abbia dovuto lavorare a fondo sulla Fiducia in sé stesso e sulla propria autostima. E’ in XI, casa di abbondanza e guadagno e questo gli dà ancora una volta il potere di controllare o comunque avere un’ascendente sulle masse, anche rappresentate dall’XI casa. La nakshatra in cui si trova il Sole è Mrigashira: la stella indagatrice che incarna il principio della ricerca. Trump in questa incarnazione è alla sfrenata ricerca della Verità. Si ripete anche il simbolismo del guerriero spirituale che cerca appunto la Verità. Probabile discendenza dall’antica Lemuria.


Infine Mercurio è domiciliato e raccoglie in sé il significato delle due case che parlano di guadagni materiali, la II e la XI. Intelligenza acuta.


Come tutti i Temi Natale, lascia aperte infinite possibilità di applicazione, nel suo caso specifico potremmo avere un tiranno se utilizzasse le energie dei suoi Pianeti nella vibrazione più bassa oppure nel caso contrario un vero e proprio liberatore dell’umanità.


A Donald la scelta.

TEMA ANNUALE TRUMP 2019

TEMA ANNUALE TRUMP 2020