Le 13 Notti Sante



Steiner parla di 13 notti speciali che viviamo tutti gli anni fra la notte di Natale e quella dell'Epifania.

Si tratta di un periodo in cui il collegamento con il cosmo ed il nostro stesso destino è più intenso del solito.


Ciascuna notte, ma anche giorno, corrisponde ad un mese dell'anno successivo (la notte fra il 31 e l'1 non è associata a nessun mese ma è definita "il momento del silenzio più profondo") e ne racchiude in sintesi quelli che saranno i tratti salienti del mese associato.


La notte di Natale, fra il 24 e il 25 dicembre, riassume il mese di gennaio dell'anno seguente, quella fra il 25 e il 26 dicembre il mese di febbraio e così via fino all'Epifania, saltando come detto la notte a cavallo fra il vecchio ed il nuovo anno.


Personalmente tengo da anni un diario delle 13 notti (e giorni) sante e posso confermare che ci sono sempre stupefacenti nessi.

Addirittura la meteorologia di quel giorno spesso si riflette nel mese corrispondente.

Consiglio di annotare sogni (spesso premonitori), stati d'animo e un riassunto di quello che si è fatto durante la giornata.


Avendo consapevolezza di questo legame profondo fra le 13 notti sante e i 12 mesi a venire, si ha l'opportunità di centrarsi maggiorante in sé stessi per creare le migliori premesse per il nuovo anno.


Al termine di ogni mese successivo si potrà così riprendere in mano il diario delle 13 notti sante e verificarne i nessi.


Buon divertimento!